Stupor

Crediti

concept Cadavre Exquis
coreografia, concept, audio editing Matteo Bifulco, Lorenzo Giansante, Giordano Novielli
performance Lorenzo Giansante, Francesca Innocenzi, Giordano Novielli
oggetti scenici e costumi Francesca Innocenzi
produzione PinDoc Onlus

Il ritorno di Britney Spears agli MTV Awards del 2007, ingrassata e inadeguata in un bikini troppo stretto, sguardo reduce dagli psicofarmaci. Porta a termine la sua esibizione come se niente fosse. E’ una presenza-assenza straniante, è la nostra difficoltà nell’orientarci oggi, è STUPOR.
Il collettivo cadavre exquis ci conduce in un mondo ambiguo, sospeso fra la scena e la vita, richiedendo una forte “vicinanza” del pubblico, affinche faccia dei corpi dei performer una nuova materia “profanante”.

La presenza-assenza di Britney Spears agli MTV Video Music Awards del 2007 somiglia in qualche modo al senso di sfasamento e di stordimento di cui quotidianamente facciamo esperienza nella marea di input spesso schizofrenici che ci circondano e destabilizzano le nostre convinzioni, da qui parte STUPOR.
Giocando con l’iconografia della musica Pop, Cadavre Exquis propone al pubblico dei corpi brutalmente fragili e “fuori luogo” che vogliono porsi con forza come questioni per una nuova consapevolezza e condivisione collettiva.
Durante la performance una scenografa tende dei nastri gialli nello spazio ostacolando e trasformando i movimenti dei danzatori: la scena diviene una trappola e contemporaneamente una possibilità di emersione effettiva attraverso un corpo diverso (mutato, distorto, appoggiato e incuneato nello spazio) di uno stato di “impossibilità” simile ad una condizione di stupor.
Questi corpi saranno la “materia viva” che tenterà di riattivare nel pubblico la piena partecipazione ad un rito collettivo, proprio come accade nei riti religiosi.