Morgana

Crediti

ideazione e coreografia Stellario Di Blasi
interpreti Stellario Di Blasi, Valentina Iaia
video Neo Visual Project Ravenna
musiche Holly Hermdon, Lim, Yakamoto Kotzuga
costumi Stellario Di Blasi
produzione PinDoc
coproduzione Rosa Shocking / Tendance
con il contributo di Mibac e Regione Sicilia

Progetto realizzato con il sostegno di Permutazioni, un coworking coreografico a cura di Casa Luft, Zerogrammi, Fondazione Piemonte dal Vivo in collaborazione con Festival Palcoscenico Danza e Università degli Studi

Vedo dove vedo

Il contesto socioculturale odierno incoraggia le speranze e condiziona le nostre vite raggirandoci attraverso inganni percettivi e di senso che inducono alla “morte”.   La disobbedienza e la trasgressione sono divenute conformismo perché la nostra società rigetta i perdenti e spinge ai margini i più deboli infondendo la paura di diventare prodotti sterili e di scarto. Siamo manipolati con l’illusione che si possano risolvere problemi complessi e di forma e di sostanza: siamo come gli scemi di guerra storditi dalle moderne occasioni di svago.  Vediamo dove dobbiamo vedere, dove ci dicono di vedere così che, la nostra insicurezza narcisistica consumi la nostra identità che ci è abilmente soggiogata, denudandoci delle nostre peculiarità, del nostro intimo essere. Quando questo miraggio trova il suo disincanto, nel momento in cui è chiaro che tutto è inglobato dal potere e s’inceppa l’intricato meccanismo d’inganni e autoinganni, la realtà può risultare insostenibile: smettere di “essere contro” un sistema e allinearsi alle voci dominanti o consegnarsi al mondo come un prodotto già pronto all’obsolescenza e scartato da un continuo ricambio?  Liberamente ispirato al Mito e al fenomeno ottico della Fata Morgana, la pièce è il secondo step di una trilogia dedicata ai Miti dello Stretto di Messina e ha come intento una loro rielaborazione contemporanea attraverso l’interazione di danza, musica, parola e visual art.