ARCHIVI DI POSTURE

Crediti

concept Paola Bianchi
montaggio video Paola Bianchi
produzione PinDoc

grazie alla partecipazione di Chiara Andreoni, Isadora Angelini, Sara Armentano, Rosa Avella, Francesca Badiali, Roberta Bagni, Viola Bagnolini, Cristiano Bartolini, Filippo Basetti, Gabriella Bellorio, Simonetta Benozzo, Mara Berlingeri, Nicoletta Bernardini, Francesca Bertolini, Antonella Bianchi, Benito Bianchi, Francesca Bianchi, Marta Bichisao, Luana Bigioni, Simona Binci, Danila Blasi, Luana Bucchieri, Valeria Caboi, Silvia Caccavale, Monica Caffarra, Roberta Campi, Carolina Cangini, Andrea Canu, Sara Capanna, Monica Carraresi, Barbara Carulli, Marco Casagrande, Laura Ceron, Silvia Ciancimino, Manuela Cirfera, Francesca Cola, Laura Colini, Petra Comaschi, Lorenzo Conti, Elena Corbo, Elisa De Luca, Chloris Delalande, Laura Delfini, Luca Della Corte, Martina Delprete, Francesca D’este, Chiara Di Fabbio, Francesca Divano, Luca Donatiello, Elisa Drago, Alessandro Fattorini, Sabrina Felli, Giulia Ferrato, Paola Fontana, Roberta Franchi, Bettina Frenzel, Chiara Frigo, David Fuerstenau, Angela Fumarola, Federica Galeazzi, Marzia Ganassali, Ilaria Gandolfi, Laura Gemini, Cristiana Geremia, Sebastiano Geronimo, Stefano Giaccone, Alessandra Giambartolomei, Anais Giannakopoulus, Monica Giannoni, Elia Giari, Margherita Giari, Olivia Giovannini, Silvia Giorgi, Chiara Girolomini, Federica Gulini, Irene Gulminelli, Marcella Isola, Barbara Klein, Silvia La Ferrara, Antonella Lazzaretti, Beatrice Lezzi, Francesca Lodeserto, Giorgia Lolli, Carolina Maldonado Leiva, Eleonora Manicardi, Mila Marchesini, Elisabetta Marconi, Veronica Marsili, Annalisa Martini, Margherita Masè, Eleonora Massa, Daria Menichetti, Roberta Messa, Laura Milani, Fabrizio Modonese Palumbo, Mariella Modonese, Francesco Montanari, Angela Montorfano, Beatrice Montorfano, Elena Morando, Francesco Murgia, Valentina Pagliarani, Milka Panayotova, Michela Paoloni, Silvia Parlagreco, Serena Pedrotti, Francesca Pedullà, Enrico Piergiacomi, Stefano Pierotti, Elisa Pol, Michela Priuli, Jessica Ramon, Giovanna Rinaldi, Paola Riva, Eleonora Rossi, Hilda Salcedo, Maria Cecilia Sampaolo, Dalila Sansone, Andrea Sato Carrillo, Vincenzo Schino, Krista Schweiggl, Sara Simeoni, Francesca Siracusa, Emiliana Sirigu, Camilla Soave, Laura Socci, Anna Solinas, Elisabetta Spadaccini, Elena Tenti, Barbara Toma, Roberta Tricarico, Licia Trolli, Maria Tucci, Arturo Turchetta, Elisa Turco Liveri, Giovanna Velardi, Rosaria Vendittelli, Barbara Venere, Flavia Zaganelli, Franca Zagatti, Maria Paola Zedda, Giovanni Zuffi

 

ARCHIVI DI POSTURE è parte del progetto ELP (Ethos, Logos, Pathos) vincitore del Bando Residenze Coreografiche 2019 della Lavanderia a Vapore, prodotto da PinDoc in coproduzione con Teatri di Vetro, Santarcangelo Festival 2020, Armunia / Festival Inequilibrio, Teatro Akropolis, sostenuto da L’arboreto e da ResiDance XL, seguito da Roberta Nicolai e Raimondo Guarino in qualità di tutor, e da uno staff scientifico composto da Alessandro Pontremoli (studioso e storico della danza), Annapaola Lovisolo (psicologa), Laura Gemini e Giovanni Boccia Artieri (sociologi della comunicazione). Il progetto ELP prevede la creazione di diversi dispositivi. Finora sono stati creati: ENERGHEIA (solo di Paola Bianchi), ESTI (performance con persone non vedenti e ipovedenti), ESTI (performance con adolescenti e adulti non professionisti), EKPHRASIS | primo movimento (primo studio di uno spettacolo con 10 giovani danzatrici e danzatori), The Undanced Dance (prima sperimentazione di trasmissione via audio di una coreografia), ARCHIVI DI POSTURE (azione a distanza lanciata sui social durante il lockdown).

Progetto ELP

ARCHIVI DI POSTURE è un dispositivo digitale nato in emergenza il 7 marzo 2020, quando le “zone rosse” erano ancora circoscritte a poche parti d’Italia ma i teatri e i luoghi della cultura già chiusi. Quel giorno ho lanciato una chiamata pubblica sui social chiedendo di sostenere la mia ricerca intorno alla trasmissione di archivi di posture attraverso la parola descrittiva, ricerca che sto portando avanti da più di un anno. Il sostegno consisteva nella partecipazione attiva al progetto, e in pochi giorni ho ricevuto più di 150 adesioni dall’Italia e dall’estero, da professionisti/e della danza e non, di età compresa tra i 5 e i 90 anni.
A chi ha aderito ho inviato via mail 10 tracce audio (1 ogni 3 giorni) ognuna delle quali contiene la descrizione verbale di una postura. Dopo aver incarnato quelle posture, chi ha partecipato si è fotografata/o e mi ha inviato le foto via mail.
A ogni postura corrisponde il montaggio video delle foto ricevute.

Le posture che ho trasmesso via audio sono parte del mio solo ENERGHEIA, nato dallo studio di una serie di immagini pubbliche di corpi ricevute da una quarantina di persone da me contattate. A ognuno/a ho chiesto quali fossero le immagini impresse nella propria retina e che anche dopo molto tempo continuavano a essere vive nella memoria visiva. Si tratta di immagini simbolo legate ad avvenimenti storici e di personaggi che hanno segnato la cultura occidentale. Le immagini raccolte sono andate a creare un ARCHIVIO RETINICO-MNEMONICO e, attraverso un lungo processo di analisi, l’archivio è entrato nel mio corpo, il mio corpo è diventato esso stesso archivio di posture, e le posture, una volta descritte a parole e registrate in voce, sono state trasmesse via audio a gruppi eterogenei di persone. Un passaggio di ARCHIVI DI POSTURE da corpo a corpo, un metodo di trasmissione della danza che esclude il “corpo del maestro” come modello da imitare, aprendo le porte al “senso” del movimento stesso.