Progetto

PinDoc nasce nel 2018 dall'unione delle progettualità di Excursus ed Fc@pin.d'oc, due realtà da tempo conosciute per la produzione di spettacoli di danza contemporanea, sia dei loro direttori artistici, sia di altri autori, talvolta giovani talenti coreografici, che già collaboravano come danzatori con le due compagnie, talvolta artisti independenti affini per sensibilità e visione. PinDoc è sinonimo di percorsi artistici intrecciati, di collaborazioni, di compagni di strada, e si rappresenta in maniera esemplare attraverso il team che ha voluto la fusione: Giovanna Velardi e Ricky Bonavita per la direzione artistica e Danila Blasi e Theodor Rawyler per la direzione generale.

Collaborazioni fatte di viaggi condivisi, basati su coworking, sperimentati per citare un esempio significativo in occasione dell'OfficinaCOREografica, progetto importante sostenuto da MIBAC e Regione Lazio, dedicato interamente alla danza con residenze creative, contributi alla produzione, laboratori, ricerche e incontri, che ha innescato una riflessione profonda sulla realtà della danza professionale nel Lazio e che ha coinvolto un gran numero di compagnie, coreografi, danzatori, docenti, operatori e studiosi, tutti aderenti a CORE Coordinamento della danza e delle arti performative del Lazio. Quest'esperienza insieme ad altre progettualità condivise ha facilitato l'allineamento delle due associazioni intrapreso negli ultimi anni.

Fra i punti forti di PinDoc sottolineamo l'ampia offerta di spettacoli e la pluralità di linguaggi connessi alla creazione contemporanea che permettono di dare vita ad un soggetto di produzione danza più forte, che possa sostenere un percorso a cadenza triennale di tutti i coreografi associati, supportandoli dal punto di vista organizzativo, amministrativo, logistico e della comunicazione nei loro individuali percorsi artistici, tutti strettamente legati alla danza contemporanea, pur nelle loro differenze stilistiche, con segni che spaziano da un linguaggio più legato ai codici delle tecniche della danza contemporanea, ai codici del teatro danza, e dalla danza più propriamente di ricerca, a progetti che nascono nell'ambito della danza di comunità. La presenza di coreografi appartenenti a generazioni diverse permette inoltre un passaggio del sapere professionale legato direttamente alle pratiche di produzione, una supervisione e promozione degli emergenti che nasce nel dialogo quotidiano e che è messa in pratica con orgoglio dalla direzione di PinDoc.