Pulsazioni

fotografie Cristiano Castaldi - Stefano Imperato

Crediti

ideazione e coreografia Ricky Bonavita
regia Ricky Bonavita e Ugo Bentivegna
scelta testi Ugo Bentivegna
musiche Brahms, Debussy, Rachmaninov, Saint-Saëns, Schubert
disegno luci Danila Blasi
scenografia video Francesca Corso
costumi Daniele Amenta, Yari Molinari
interpreti Enrica Felici, Francesca Schipani, Yari Molinari, Emiliano Perazzini, Ricky Bonavita, Ugo Bentivegna
produzione PinDoc 2017
con il contributo di Mibac e Regione Siciliana

danza – musica – poesia – immagine

"Pulsazioni" è una creazione ispirata ad una selezione di brani musicali fra i più belli del "repertorio classico" fra 800 e 900, che fanno parte dell'immaginario collettivo della musica colta occidentale, e ad una serie di testi poetici di autori altrettanto classici come Rabindranath Tagore, Khalil Gibran, Leonard Cohen, Jacques Prévert e Luis Sepúlveda.

Al di là di una vera e propria narrazione, il fil rouge che lega danza, musica e poesia, è il viaggio emozionale ed onirico compiuto da un personaggio doppio, ispirato a Sergej Rachmaninov del quale ricorrono musiche e citazioni, interpretato sulla scena in modo speculare dall'attore Ugo Bentivegna e dal coreografo dello spettacolo Ricky Bonavita. Un protagonista solitario, che si immerge nello spazio armonico della danza, nel susseguirsi di assoli, trii, quartetti e duetti, per compiere insieme al pubblico un percorso di conoscenza poetica dove il movimento dei danzatori, attraverso incontri e relazioni, lascia nell'aria il riverbero delle emozioni, di "pulsazioni dell'anima".

In questa produzione Ricky Bonavita cerca di reinterpretare attraverso la danza alcune opere musicali e letterarie del patrimonio estetico-culturale occidentale, per trovare un proprio punto di equilibrio fra eredità e contemporaneità, che, rimanendo sospeso fra continuità e destrutturazione, rinvia con l'inafferrabilità del movimento all'evidente fragilità del nostro patrimonio culturale, ma anche alla sua straordinaria forza evocativa.